serviremo le cene anche in camera, offrendo massima sicurezza contro la pandemia


Adottare misure di sicurezza sanitaria, in questo momento è un dovere nei confronti dei nostri ospiti, ma anche per salvaguardare la nostra salute, della nostra famiglia, perché noi alla Paolina ci viviamo.

Il nostro piccolo ristorante serve un massimo di 12 persone, da sempre, perché è un "home restaurant", cioè un piccolo ristorante con cucina casalinga. Possiamo garantire il distanziamento grazie al fatto di avere due sale esterne e due sale interne. Le due sale interne sono molto ben arieggiate.


Lavoreremo con guanti e mascherine sia in sala che in cucina, sanificheremo le sale e il bagno dopo ogni servizio e soprattutto garantiremo una distanza adeguata tra un tavolo ed un altro che supera anche le misure previste dai regolamenti di sicurezza, che sia la Regione Toscana che il Governo stanno emanando.

Speriamo di aprire a settembre le nostre camere per gli ospiti. Prima ci pare eccessivo perché in questo momento che non c'è ancora una cura per il Covid-19 e non c'è vaccino, ci pare troppo presto riaprire le camere. Agli ospiti che soggiornano garantiremo la possibilità di cenare in camera, o sulle terrazze adiacenti, in massima sicurezza e serenità. Che poi è anche una cosa romantica e fa piacere.

Stiamo lavorando, abbiamo ripulito il vecchio forno e stiamo imparando ad usarlo, cercando di capire tempi di cottura, andamento del calore. Per questo stiamo anche un po' ingrassando, ma delle cose buone che il nostro chef James è sempre in grado di sfornare,



1 visualizzazione
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now